La Biblioteca, tramite l’accordo con l’agenzia fotografica B.M., offre la possibilità di ottenere riproduzioni fotografiche dei testi che non possono essere riprodotti in fotocopia.

Cosa non si può riprodurre in fotocopia:

volumi stampati entro l'anno 1950
volumi in precario stato di conservazione
volumi che riportano il timbro "Escluso dalla fotocopiatura"
volumi eccedenti il formato 25x35x5 a libro chiuso
tavole che eccedono il formato del libro in cui sono inserite
materiale manoscritto e raro
giornali
opere musicali
enciclopedie
volumi dei fondi speciali
miscellanee rilegate
pubblicazioni con particolari caratteristiche editoriali: copertine fragili, tavole protette da veline, illustrazioni incollate parzialmente, album di raccolte fotografiche, legature a taglio incollato, pubblicazioni parzialmente o interamente a fogli sciolti e tutti i volumi che potrebbero essere danneggiati dalla fotocopiatura.

In alternativa possono essere richieste riproduzioni fotografiche digitali o analogiche.
Nel caso in cui delle opere escluse siano disponibili in microfilm o in cd-rom se ne possono ottenere delle stampe o dei file.

N.B. Le tesi di dottorato e le tesine di licenza sono escluse da qualsiasi tipo di riproduzione.

Come richiedere le riproduzioni fotografiche

Servizio in sede
Le fotografie, le diapositive, i microfilm e le scansioni digitali per motivi di studio devono essere commissionati su preventivo predisposto dal personale della biblioteca interpellato tramite l'assistente di sala. Le richieste di autorizzazione alla riproduzione per scopi commerciali o di pubblicazione e alla riproduzione di cimeli e interi fondi vanno inoltrate, per iscritto, alla Direzione della biblioteca.

Via Internet
Compilare il modulo di richiesta e inviarlo tramite posta elettronica all’indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

bmfoto

Riferimenti:

• Sito web: http://www.bmfoto.it
• E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.